A1 MASCHILE

Altro pareggio per Trieste, la battaglia con il Posillipo finisce 6-6

Un punto che serve poco in ottica terzo posto. Daniele Bettini: "Rammarico per i tanti errori commessi in superiorita"

Si è chiuso in parità (6-6) il confronto tra Pallanuoto Trieste e Posillipo, valido per il secondo turno di ritorno del “preliminary round” scudetto (girone E) della serie A1 maschile. Un risultato scaturito al culmine di quattro tempi di autentica battaglia sportiva, ma che serve a poco alla compagine alabardata, che vede allontanarsi il terzo posto e la possibilità di giocare per la qualificazione alla prossima Euro Cup. “C’è rammarico - spiega a fine match l’allenatore Daniele Bettini - abbiamo fatto una bella gara, creando tanto in fase offensiva, ma gli errori in superiorità numerica ci sono costati molto caro”. Trieste in classifica conserva comunque un punto di vantaggio proprio sul Posillipo, ma sabato prossimo dovrà rendere visita all’imbattibile Pro Recco, mentre i partenopei ospiteranno il Palermo. Staremo a vedere cosa accadrà.
La cronaca. Tensione alle stelle e grande equilibrio fin dal primo sprint. Bini sblocca la situazione dopo 95’’ grazie ad una rapida transizione conclusa da una precisa botta mancina (1-0), il Posillipo trova il pareggio con Massimo Di Martire su rigore (1-1), Oliva sventa una pericolosa incursione partenopea sui due metri e Vico da boa mette in porta il 2-1. In apertura di seconda frazione Trieste tocca il massimo vantaggio (3-1) con il solito Bini. Gli ospiti sono cinici in fase offensiva e tornano a contatto con Massimi Di Martire (in superiorità) e Parella: 3-3 a metà gara.
Nella terza frazione la musica non cambia. Mattiello in superiorità completa il sorpasso partenopeo (3-4), Vico si mette di nuovo in proprio dalla posizione di centroboa e impatta sul 4-4, poi un chirurgico diagonale di Razzi vale il nuovo +1 alabardato (5-4). Nel quarto periodo è lotta senza quartiere su ogni pallone. Silvestri scrive 5-5 in superiorità, Bini guadagna un rigore che Milakovic trasforma per il 6-5, passano 60’’ e il solito Massimo Di Martire (di nuovo con l’uomo in più) firma il 6-6. Negli ultimi minuti accade di tutto. Milakovic manda un rigore sul palo a 1’40’’ dalla fine, Trieste spreca un’altra situazione di superiorità a 13’’ dalla sirena (palo) e nel possesso successivo gli ospiti costruiscono un tiro che Oliva devia sul fondo proprio a 1’’ dall’epilogo.
La Pallanuoto Trieste tornerà in acqua sabato 8 maggio per affrontare in trasferta la corazzata Pro Recco.

PALLANUOTO TRIESTE - POSILLIPO 6-6 (2-1; 1-2; 2-1; 1-2)
PALLANUOTO TRIESTE:
Oliva, Podgornik, Petronio, Bujubasic, Razzi 1, Turkovic, Diomei, Milakovic 1, Vico 2, Mezzarobba, Bini 2, Mladossich, Persegatti. All. Bettini
POSILLIPO: Lamoglia, Iodice, M. Di Martire 3, Parrella 1, Mattiello 1, Lanfranco, Scalzone, Silvestri 1, G. Di Martire, Bertoli, Baraldi, Saccoia, Spinelli. All. Brancaccio
Arbitri: D. Bianco e Pinato
NOTE: usciti per falli Bujubasic (T) e Saccoia (P) nel quarto tempo; espulso per protese Mattiello (P) nel quarto tempo; Milakovic (T) ha sbagliato un rigore (palo) nel quarto tempo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 0/10 + 2 rigori, Posillipo 4/10 + 1 rigore

Potrebbe interessarti anche
Prenotazioni aperte per assistere alla partita tra Pallanuoto Trieste e An Brescia
Orchette scatenate alla "Bianchi", Trieste supera il Como Nuoto (16-13)