Altro test impegnativo per le orchette. Sabato 8 febbraio (ore 18.00) alla "Bianchi" arriva la Sis Roma

La squadra giallorossa è una delle "big" del campionato, per la Pallanuoto Trieste qualche problema di formazione. Ilaria Colautti: "Non dobbiamo sentirci battute in partenza"

Ancora una partita prima di un’altra lunga pausa. Sabato 8 febbraio, nella prima giornata di ritorno del campionato di serie A1 femminile, la Pallanuoto Trieste ospiterà alla “Bruno Bianchi” la temibile Sis Roma. Si gioca alle ore 18.00.

Qui Pallanuoto Trieste
La sconfitta casalinga con il Plebiscito Padova (netto 3-27 per le venete) ha lasciato qualche strascico. Intanto dal punto di vista fisico, considerato che Lucrezia Cergol ha incassato un brutto colpo all’occhio. Per fortuna nulla di preoccupante, ma l’attaccante classe 2001 si è allenata con il contagocce in settimana e la sua presenza sabato è in dubbio. “Abbiamo parlato a lungo di quella partita - spiega l’allenatrice della Pallanuoto Trieste Ilaria Colautti - analizzando a fondo un po’ tutti gli aspetti che non ha funzionato. Sicuramente con la Sis Roma dovremo scendere in vasca con un atteggiamento completamente diverso”. Le orchette hanno svolto anche un intenso lavoro tattico, con l’obiettivo di migliorare movimenti e automatismi. “Dobbiamo crescere in fase difensiva - continua la Colautti - e gestire con più precisione il pallone in attacco. Ci attende una un’altra gara difficilissima, loro hanno tanta qualità, ma non dobbiamo sentirci battute in partenza. Nella gara di andata ci hanno sorpreso spesso in controfuga, dovremo cercare di rientrare con maggiore ordine. In fase offensiva chiederò alle ragazze più movimento, per provare a conquistare espulsioni o situazioni di vantaggio”. Per quanto riguarda la formazione, a parte il punto interrogativo sull’impiego di Cergol, con la Sis Roma dovrebbero scendere in acqua le stesse tredici di sabato scorso.

Le avversarie: Sis Roma
La squadra vice-campione d’Italia si presenterà alla “Bruno Bianchi” con l’obiettivo di riscattare la bruciante sconfitta incassata sette giorni fa per mano della Kally Nc Milano (16-14 per le lombarde). Uno stop che ha fatto scivolare la Sis al quarto posto della classifica, c’è da scommettere che le ragazze di Marco Capanna proveranno subito a rimettersi in carreggiata. L’organico giallorosso è ovviamente di alto livello. In porta c’è la nazionale Loredana Sparano, la difesa si appoggia sull’azzurra Chiara Tabani (assente sabato a Lodi), in attacco le giocatrici più temibili sono Isabella Chiappini, Silvia Avegno e Domitilla Picozzi, tutte in pianta stabile nel Setterosa di Paolo Zizza. Attenzione anche alle invenzioni della canadese Shae Fournier e dell’esperta Silvia Motta, mentre nella posizione di centroboa opererà prevalentemente la solida Giuditta Galardi. Un solo precedente tra le due formazioni in A1 femminile, quello del 5 ottobre 2019 (il giorno dell’esordio assoluto delle orchette nel massimo campionato nazionale) quando nella piscina di Ostia la Sis si impose per 17-8.

Gli arbitri
La gara tra Pallanuoto Trieste e Sis Roma sarà diretta da Riccardo Carmignani di Messina e Antonio Guarracino di Napoli.

La giornata
Il primo turno del girone di ritorno si è aperto martedì scorso, quando nell’anticipo tra Nc Milano e Orizzonte Catania (impegnato in Euro League nel week-end) le siciliane si sono imposte per 10-22. Il Plebiscito Padova proverà a restare in scia alla capolista, ma la trasferta di Rapallo si prospetta insidiosa per la corazzata veneta. Incontri sulla carta agevoli per Rn Florentia e Css Verona, che ospitano rispettivamente Vela Ancona e Bogliasco.

Potrebbe interessarti anche
Rinviato l'inizio dei campionati di A1 maschile e A1 femminile
Pallanuoto Trieste-Pro Recco: vademecum per assistere alla partita