Brave orchette! Grazie ad un gol di Rattelli a 51'' dalla fine, la Pallanuoto Trieste supera il Promogest (9-8)

Gara incerta ed equilibrata. Le alabardate partono bene, le sarde rimontano, poi il definitivo sorpasso. Ilaria Colautti: "Vittoria meritata, tre punti fondamentali per la classifica"

Coraggio, grinta e determinazione. Nella sesta giornata di andata del campionato di serie A2 femminile, la Pallanuoto Trieste ha battuto alla “Bruno Bianchi” il Promogest Quartu per 9-8. Le orchette incamerano così tre punti fondamentali (e meritati) in chiave corsa alla salvezza. 

Partita equilibrata, divertente e a tratti anche romanzesca. Le ragazze di Ilaria Colautti partono bene, Zadeu sblocca la situazione grazie ad un preciso “alzo e tiro” dai 5 metri (1-0), Beatrice Cergol segna il gol con la rete che vale il 2-0, per le cagliaritane l’ex azzurra Abbate accorcia su rigore (2-1), Lucrezia Cergol (anche in questo caso su rigore) insacca il 3-1 di fine primo periodo. 

Nella seconda frazione improvvisamente la Pallanuoto Trieste smarrisce il filo del gioco. Il terzo rigore consecutivo permette alla Abbate di accorciare sul 3-1, poi una doppietta della Arbus consente al Promogest di ribaltare il punteggio sul 3-4 di metà tempo. La mancina Guadagnin impatta sul 4-4 in situazione di superiorità numerica, ma due disattenzioni difensive delle alabarde spianano la strada e Campus e alla solita Abbate: 4-6 al cambio di campo.

Ilaria Colautti si fa sentire in panchina e le orchette ritrovano la giusta concentrazione. Il terzo periodo si apre con il gol di Lucrezia Cergol (5-6), Arbus sul primo palo batte una Krasti sempre molto attenta tra i pali, a 7’’ dalla fine del tempo il quarto rigore di giornata permette a Lucrezia di rimettere Trieste nuovamente in scia (6-7). Gli ultimi 8’ riservano più di qualche colpo di scena. Jankovic in superiorità numerica insacca il tanto sospirato pareggio (7-7). L’attacco alabardato si guadagna un altro rigore che Lucrezia Cergol insacca con la solita freddezza, ma nemmeno 30’’ Abbate in superiorità trova l’8-8 a 4’ dalla sirena. E’ battaglia, le orchette ci provano con tutte le energie a disposizione. A 2’38’’ dalla fine arriva anche il gol del 9-8 con Beatrice Cergol, rete però annullata perché il tavolo della giuria si dimentica di indicare alla giocatrice del Promogest finita nel pozzetto di rientrare al termine dei 20’’ di espulsione temporanea. Tutto da rifare. La difesa della Pallanuoto Trieste regge bene agli assalti delle sarde e costruisce ancora un’occasione, finalizzata a 51’’ dalla fine dal capitano Francesca Rattelli con gol del definitivo 9-8. “Questi sono tre punti molto pesanti – esclama a fine gara l’allenatrice della Pallanuoto Trieste Ilaria Colautti – nonostante qualche passaggio a vuoto le ragazze hanno disputato un’ottima gara. Ci abbiamo sempre creduto, vittoria più che meritata”.

 

PALLANUOTO TRIESTE – PROMOGEST QUARTU 9-8

(3-1; 1-5; 2-1; 3-1)

PALLANUOTO TRIESTE: S. Ingannamorte, Zadeu 1, Favero, Balestra, Klatowski, L. Cergol 4, B. Cergol 1, E. Ingannamorte, Guadagnin 1, Rattelli 1, Jankovic 1, Tommasi, Krasti. All. I. Colautti

PROMOGEST QUARTU: Pedrazzini, Abbate 3, Atzori, Arbus 4, Campus 1, Melis, Pozzobon, Bellisai, Simonetti, Cannata, Steri, C. Perra, Cantori. All. M. Perra

Arbitro: Alessandroni

NOTE: uscite per limite di falli Melis (P) e Campus (P) nel quarto periodo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 3/10 + 3 rigori, Promogest 3/9 + 2 rigori; spettatori 100 circa

Potrebbe interessarti anche
Under 20: Michele Mezzarobba al Mondiale, il talento alabardato giocherà la rassegna iridata in Kuwait
Troppi errori in fase offensiva, alla "Simone Vitale" Pallanuoto Trieste battuta dalla Rn Salerno (8-5)