Ecco la corazzata Rn Florentia. Domenica 12 febbraio alla "Bruno Bianchi (ore 14.30) la Pallanuoto Trieste affronta la compagine toscana

Altro interessante banco di prova per le "orchette", reduci dall'importante successo di Verona. Ilaria Colautti: "Sono tra le favorite per la promozione. Dovremo cercare di arginare le loro notevoli qualità individuali"

Le “orchette” contro una delle squadre più forti della categoria. Domenica 12 febbraio, nella quarta giornata di andata della serie A2 femminile, la Pallanuoto Trieste affronterà alla “Bruno Bianchi” la Rn Florentia, capolista del torneo a punteggio pieno con 3 vittorie su 3 partite disputate. Si gioca alle ore 14.30.

La compagine di Ilaria Colautti si presenta a questa difficile sfida in ottime condizioni di forma. Il gruppo si è allenato con buona intensità, il morale è alle stelle dopo la preziosissima vittoria conquistata domenica scorsa a Verona. “Stiamo bene – conferma l’allenatrice del settore femminile della Pallanuoto Trieste – ci siamo preparati con attenzione a questa partita, che si preannuncia ricca di insidie. La Florentia è una squadra molto forte, organizzata, con il giusto mix tra giocatrici di esperienza e giovani di talento. Sono tra le sicure favorite per la promozione, proveremo ad affrontarle senza timori reverenziali. Anzi, ho visto le mie ragazze ansiose di confrontarsi un avversario così temibile. Per noi sarà un altro bel banco di prova”. 

La Florentia, guidata da Andrea Sellaroli, ha già sfiorato la promozione in A1 la scorsa stagione, ma ai play-off si è arresa al Pescara. La squadra è stata rafforzata con l’innesto di Giulia Bartolini, un autentico lusso per la categoria, atleta che ha in bacheca uno scudetto e una Coppa Campioni con l’Orizzonte Catania e un bel numero di convocazioni in nazionale. Attenzione anche alle veterane Lucia Giannetti e Caterina Sorbi, al portiere Caterina Banchelli (bronzo ai Mondiali Under 18 femminile di Auckland assieme a Sara Ingannamorte e Lucrezia Cergol) e all’altra azzurrina Sara Cordovani. “Le abbiamo incontrate spesso nelle categoria giovanili – continua Ilaria Colautti – conosciamo le loro ottime qualità”. Dal punto di vista tattico, l’allenatrice delle “orchette” ha le idee chiare. “Dovremo tentare di limitare le loro individualità e arginare le ripartenze. Sanno scattare in controfuga con i tempi giusti, servirà tanta attenzione”. In attacco ci penseranno Lucrezia Cergol (capocannoniere del girone Nord con 15 gol segnati), Francesca Rattelli e un po’ tutte le atlete alabardate, che hanno dimostrato di poter andare al tiro sempre con grande pericolosità.

Potrebbe interessarti anche
Rinviato l'inizio dei campionati di A1 maschile e A1 femminile
Pallanuoto Trieste-Pro Recco: vademecum per assistere alla partita