A1 MASCHILE

Euro Cup: tanta sfortuna, Trieste battuta dal Sabac a 7'' dalla fine (10-9)

Vincono i serbi in extremis grazie ad un tiro deviato. Bettini: "Peccato, si cresce anche così". Brazzatti: "Non meritavamo di perdere". Domenica 30 ottobre alle 9.30 confronto con il Pays d'Aix

Beffa 7’’ dalla fine. Nella terza partita del secondo turno di Euro Cup in corso di svolgimento a Sabac, una sfortunata Pallanuoto Trieste è stata battuta dai padroni di casa del Vk Sabac per 10-9. Il gol decisivo l’ha siglato Stojanovic, complice una deviazione, proprio ad un soffio dalla sirena. La squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping resta a quota 6 in classifica, il discorso qualificazione a questo punto è rimandato a domenica 30 ottobre quando si giocheranno Pallanuoto Trieste-Pays d’Aix (ore 9.30) e Jadran Herceg Novi-Vk Sabac (ore 11.30). “Peccato - esclama l’allenatore Daniele Bettini - forse potevamo gestire meglio alcune le situazioni, si cresce anche affrontando avversari così ostici”.
La cronaca. È battaglia fin dal primo sprint davanti ai 700 che gremiscono l’impianto di casa del Sabac. Inaba su rigore e Vrlic rispondo a Repanovic e Sulc (2-2), poi i serbi tentano l’allungo con le due reti in rapida successione di Barac (4-2). Nella seconda frazione non si segna per 4’, poi Trieste perfeziona l’aggancio grazie a Inaba in superiorità e alla stoccata di capitan Petronio (4-4). Il Sabac torna di nuovo sul +2 con Toholj e Stanic per il 6-4 del cambio di campo.
Gli alabardati giocano il solito terzo quarto a ritmi forsennati, Bujubasic in superiorità esce dal palo e mette dentro il 6-5, Mladossich tutto solo in controfuga firma il 6-6. L’ennesimo uno in più per i padroni di casa permette a Stojanovic di siglare il 7-6, Inaba rimette le cose al posto con una staffilata sotto l’incrocio (7-7). Nel quarto periodo arriva anche il primo vantaggio degli ospiti, siglato da Mladossich (7-8). Sulc in superiorità e Barac spingono sul +1 i serbi (9-8 a 2’10’’), Mezzarobba al volo scrive 9-9. Dell’epilogo abbiamo detto, Stojanovic aiutato da un tocco dei difensori triestini trova il definito 10-9. “Non si può dire che abbiamo avuto buona sorte - conclude il d.s. Andrea Brazzatti - ma si passa anche da partite come queste, in un ambiente difficile e con tanti fischi al limite. Non meritavamo di perdere, ora riposiamo e pensiamo a domenica”.

VK SABAC - PALLANUOTO TRIESTE 10-9 (4-2; 2-2; 1-3; 3-2)
VK SABAC:
Zivojinovic, Maras, Markovic, Repanovic 1, Stanic 1, Krug, Barac 3, Toholj 1, Tubic, Sulc 2, Stojanovic 2, Shaikhutdinov, Gavrilovic. All. Licanin e Popovic
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Buljubasic 1, Vrlic 1, Valentino, Bego, Mezzarobba 1, Razzi, Inaba 3, Bini, Mladossich 2, Ghiara. All. Bettini
Arbitri: Schapers (Ola) e Vogel (Hun)

Potrebbe interessarti anche
Trieste vuole ripartire, alla "Bianchi" sfida alla Distretti Ecologici Roma
Orchette sul campo del Rapallo, confronto diretto per il quarto posto