A1 MASCHILE

Euro Cup: Trieste inizia con una vittoria, steso lo Jadran Herceg Novi

Avvio difficile, poi arriva la rimonta degli alabardati. Bettini: "Grande reazione nel terzo periodo". Brazzatti: "Evitare certi errori". Venerdì 28 ottobre alle 12.00 sfida al Vk Solaris

Inizia con un successo prezioso il secondo turno di Euro Cup per la Pallanuoto Trieste. Nella gara inaugurale del girone A in corso di svolgimento nella piscina “Gradski Bazen Sabac” di Sabac (Serbia), la squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping ha superato lo Jadran Herceg Novi per 9-11. Dopo un avvio in salita, i ragazzi di Daniele Bettini hanno cambiato marcia. “Sono contento del risultato - analizza l’allenatore a fine match - abbiamo sbagliato approccio, nel terzo quarto però è arrivata una grande reazione e poi siamo stati bravi a controllare il vantaggio. Non dobbiamo dare nulla per scontato a questo livello, ci godiamo questi tre punti e guardiamo avanti”.
La cronaca. Khalturin trova l’1-0 dopo 54’’, Zidudin raddoppia (2-0) e Bini accorcia sul 2-1. Negli ultimi 44’’ della prima frazione i montenegrini trovano altre due reti con Buscat (controfuga) e Sladovic: 4-1. Nel secondo periodo Trieste prova a riportarsi sotto. Bego segna in superiorità e dai due metri (4-3), Khalturni colpisce con l’uomo in più (5-3), Razzi conclude con un tocco a porta vuota una rapida controfuga (5-4), Danilo Radovic ristabilisce il +2 per lo Jadran (6-4) in superiorità.
Dal terzo periodo in poi è un assolo della Pallanuoto Trieste. Si sblocca Inaba per il 6-5, Mladossich rimette le cose a posto con la rete del 6-6 e Mezzarobba buca Durovic dalla distanza per il primo vantaggio alabardato (6-7). A 21’’ dalla fine del tempo Trieste guadagna una superiorità e Bettini chiama time-out. Nell’azione successiva arriva il rigore che Inaba mette dentro con la solita precisione: 6-8. Il quarto periodo si apre con il rigore di Danilo Radovic (7-8), preludio alla nuova spallata dei triestini. Mezzarobba scrive 7-9 con l’uomo in più, Inaba finalizza una controfuga (7-10) e Vrlic tutto solo insacca il pallone del 7-11 a 2’38’’ dalla fine. Partita chiusa o quasi, considerato che lo Jadran non si arrende e risale fino al -2 (9-11) con Sladovic e il solito Danilo Radovic. Trieste gestisce con tranquillità gli ultimi due possessi e incassa una vittoria molto importante. “Non è stata una delle nostre migliori prestazioni - conclude il d.s. Andrea Brazzatti - gli alti e bassi ci stanno, dobbiamo evitare certi errori”. Venerdì 28 ottobre alle ore 12.00 il confronto con i croati del Vk Solaris.

JADRAN HERCEG NOVI - PALLANUOTO TRIESTE 9-11 (4-1; 2-3; 0-4; 3-3)
JADRAN HERCEG NOVI:
Durovic, Khalturin 2, Zizudin 1, Stupar, Vujovic, D. Radovic 3, Stevovic, Gradasevic, Muscat 1, Sladovic 2, Caraj, V. Radovic, I. Radovic. All. Radanovic
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio, Buljubasic, Vrlic 1, Valentino, Bego 2, Mezzarobba 2, Razzi 1, Inaba 3, Bini 1, Mladossich 1, Ghiara. All. Bettini
Arbitri: Vogel (Hun) e Toygarli (Tur)

Potrebbe interessarti anche
Trieste vuole ripartire, alla "Bianchi" sfida alla Distretti Ecologici Roma
Orchette sul campo del Rapallo, confronto diretto per il quarto posto