A1 MASCHILE

Il Savona passa alla "Bianchi" (10-15), mercoledì in Liguria si gioca gara-2

Spareggio per la Champions League, Trieste battuta dai biancorossi. Bettini: "Abbiamo sbagliato tanto, per allugare la serie dovremo fare molto meglio"

Inizia con una sconfitta casalinga lo spareggio Champions League del campionato di serie A1 maschile per la Pallanuoto Trieste. In gara-1 la Rn Savona si è imposta alla “Bruno Bianchi” per 10-15 e mercoledì 25 maggio in gara-2 i liguri avranno l’opportunità di chiudere i conti davanti al pubblico amico (si gioca alla “Zanelli” con inizio fissato alle 19.30) prendendosi terzo posto e qualificazione alla coppa europea più prestigiosa. La squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping in ogni caso non vuole arrendersi. “Risultato giusto - analizza Bettini a fine match - abbiamo sbagliato tanto, subendo passivamente il loro ritmo e le loro iniziative. Il nostro obiettivo rimane quello di andare in Champion, a Savona dovremo fare decisamente meglio”.
La cronaca. Gli ospiti partono col piede sull’acceleratore. Campopiano e Fondelli fanno 0-2 dopo 1’15’’, Buljubasic accorta con un “alzo e tiro” (1-2), Patchaliev in superiorità e Rizzo su rigore scrivono 1-4. Poi Bini con un gran diagonale accorcia sul 2-5. Nel secondo periodo il Savona continua a macinare gioco e gol. Iocchi Gratta, lo scatenato Molina, il mancino Campopiano, l’ex Rocchi e Bruni imbastiscono un altro pesante parziale che spinge i liguri sul 3-8. A 2’’ dal riposo lungo Mezzarobba colpisce dai 6 metri per il 4-9 di metà partita. Rimontare cinque reti a questo Savona è impresa complicata e infatti i biancorossi amministrano il vantaggio rispondendo colpo su colpo ai tentativi di reazione alabardati. In apertura di terzo periodo Inaba su rigore prova a suonare la carica (5-9), Campopiano e Molina sono implacabili in superiorità (5-11), Razzi e Inaba con una conclusione improvvisa riportano Trieste sul -4 (7-11), Molina ristabilisce le distanza con il 7-12. Nel quarto periodo la gara si fa nervosa, i padroni di casa non riescono a ridurre il gap e quanto Vuskovic a 5’ dalla fine realizza il +6 (8-14) la gara è virtualmente conclusa. Trieste limita il passivo con Inaba e Mladossich sul definitivo 10-15 e adesso cercherà una difficile impresa esterna per forzare la serie a gara-3.

PALLANUOTO TRIESTE - RN SAVONA 10-15 (2-4; 2-5; 3-3; 3-3)
PALLANUOTO TRIESTE:
Oliva, Podgornik, Petronio, Buljubasic 1, Vrlic, Rigoni, Bego, Mezzarobba 1, Razzi 2, Inaba 4, Bini 1, Mladossich 1, Cattarini. All. Bettini
RN SAVONA: Massaro, Rocchi 1, Patchaliev 1, Vuskovic 2, Molina 3, Rizzo 2, Caldieri, Bruni 1, Campopiano 3, Fondelli 1, Iocchi Gratta 1, Giovanetti, Da Rold. All. Angelini
Arbitri: Navarra e Schiavo
NOTE: usciti per limite di falli Patchaliev (S) nel terzo periodo, Bini (T) e Rocchi (S) nel quarto periodo; espulso per proteste Fondelli (S) nel terzo periodo, espulsi per gioco scorretto Iocchi Gratta (S) e Vrlic (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 3/12 + 2 rigori, Rn Savona 8/11 + 2 rigori

Potrebbe interessarti anche
Pallanuoto Trieste premiata dal Comune. Il presidente Enrico Samer: "Non ci basta, vogliamo migliorarci"
Europeo U19F, con l'Italia anche Giorgia Klatowski e Grace Marussi