LA SOCIETÀ

La lettera del presidente Enrico Samer a tutti gli atleti della Pallanuoto Trieste. “Orgoglioso di voi. Sarà bellissimo ritrovarci a bordo piscina”

“La nostra Associazione è costruita su solide basi: lo spirito di gruppo, la capacità dei nostri tecnici, forza e passione, il ruolo delle famiglie”

Cari atleti, grandi e piccoli, della Pallanuoto Trieste,

mi siete piaciuti tanto, in questi giorni: attraverso i media e i social media vi ho visti studiare, portare la spesa agli anziani, allenarvi, prendervi cura delle vostre famiglie. Vi ho visti con il sorriso, vi ho visti impegnati e di questo sono orgoglioso: racconta molto di voi, racconta il nostro mondo e tutta la Pallanuoto Trieste.

Questi non sono e non devono essere solo giorni di attesa: mentre aspettiamo che l’epidemia si riduca, mentre molte persone - tutti coloro che sono impegnati a curarci, a farci stare in sicurezza e a mettere a disposizione le cose di cui abbiamo bisogno - lavorano per noi, mentre rispettiamo le regole che servono a combattere il virus, il nostro impegno, le nostre attività e il nostro entusiasmo devono continuare.

Dobbiamo allenarci ed essere pronti, perché sono sempre impegno, costanza e strategia che contano veramente e fanno la differenza. So di scrivervi cose che già sapete, perché appartengono alla vostra esperienza di atleti, al vostro allenarvi ogni giorno, al vostro imparare a non mollare mai e a fare sempre meglio.

La nostra Associazione è costruita su basi solide: possiamo sempre contare sul nostro spirito di gruppo, sulle capacità dei nostri tecnici e allenatori a tenerci uniti, alimentare la nostra forza e la nostra passione, sul supporto dei nostri tifosi e sul ruolo centrale delle famiglie, che tanto si impegnano ad accompagnare ognuno di voi in ogni momento ed esperienza. Queste basi ci servono quando siamo in piscina, e soprattutto ci servono oggi.

Siete pronti a ripartire? Quando pratichiamo il nostro sport e siamo in difficoltà, noi pensiamo prima a costruire, quindi a recuperare e poi ad andare in vantaggio: così dobbiamo fare anche oggi, tutti assieme, ognuno nel proprio contesto, nella propria realtà quotidiana che ci vede - solo per il momento - lontani dall’acqua.

Auguro a voi e alle vostre famiglie una felice Pasqua. Sarà bellissimo ritrovarci a bordo piscina: il mio pensiero va già al primo allenamento, al primo tuffo, al primo grido di vittoria. Non importa adesso sapere quando sarà: importa sapere che siamo assieme ad attendere quel giorno e a prepararci per quando arriverà.

Siate felici, siate atleti in ogni azione quotidiana.

Enrico Samer

Potrebbe interessarti anche
Nemanja Vico confermato alla Pallanuoto Trieste. "Qui sto bene, piazza ideale dove giocare"
Il difensore Rocchi in uscita dalla Pallanuoto Trieste: "Qui mi sono trovato benissimo"