A1 MASCHILE

La Pallanuoto Trieste cade anche in Liguria. Nella piscina di Albaro vince il Quinto (7-6). Stefano Piccardo: "Di nuovo troppi errori, sia in attacco, sia in difesa. E' un momento difficile"

Mentre Nikola Vukcevic si ferma per infortunio: due costole fratturate, previsto uno stop di almeno 15 giorni. E sabato 25 febbraio alla "Bruno Bianchi" arriva l'An Brescia vice-campione d'Italia

Dopo la sconfitta di Roma, la Pallanuoto Trieste cade anche in Liguria. Nella terza giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, gli alabardati sono stati superati nella piscina di Albaro (Genova) dal Quinto per 7-6. “Abbiamo di nuovo commesso troppi errori – spiega l’allenatore Stefano Piccardo subito dopo la fine del match – in fase d’attacco abbiamo sbagliato diverse conclusioni abbastanza facili, mentre in difesa in un paio di occasioni ci siamo piazzati male e abbiamo preso gol in maniera evitabile. E’ un momento difficile, dobbiamo fare quadrato e guardare avanti. Certo, questa sera l’assenza di Nikola Vukcevic ha pesato e non poco”. Il centroboa montenegrino infatti si è infortunato sabato scorso al Foro Italico e ha riportato la frattura di 2 costole, la numero 5 e la numero 6, una delle quali leggermente scomposta. Resterà fermo per almeno 15 giorni, potrebbe tornare disponibile per la gara interna del 18 marzo con l’Ortigia Siracusa. 

Ma torniamo a quanto accaduto ad Albaro. I padroni di casa partono meglio, anche se le reti rimangono inviolate per quasi 7’ di gioco. Poi Aksentijevic sblocca la situazione con un gol in superiorità numerica e Bittarello firma il 2-0, risultato sul quale si chiude il primo periodo. La seconda frazione si apre con la rete del centroboa Eskert che spinge il Quinto sul 3-0. La Pallanuoto Trieste prova a reagire, Elez trova il gol del 3-1, ma Primorac in superiorità numerica firma il 4-1. Prima della fine del tempo Giorgi insacca il 4-2, gli alabardati provano a restare aggrappati al match. 

Ad inizio di terza frazione arriva il gol di Primorac, che vale il nuovo +3 (5-2) per i padroni di casa. L’inerzia della gara però cambia. Petronio e Di Somma rimettono la contesa in equilibrio (5-4), prima degli ultimi scoppiettanti 30’’ del tempo. Bittarello realizza il 6-4, Obradovic risponde con il gol del 6-5. Si entra negli ultimi 8’ di gioco con la Pallanuoto Trieste sotto di 1.

Nel quarto periodo si segna poco. La rete più importante del match la realizza Aksentijevic, che insacca il pallone del 7-5 a 4’40’’ dalla fine. La Pallanuoto Trieste riesce solo a dimezzare lo svantaggio con Obradovic (7-6 a 3’ dalla sirena), ma il pareggio non arriva. Il Quinto conquista così il primo successo in stagione, mentre gli alabardati restano fermi a quota 20 punti. E sabato 25 febbraio alla “Bruno Bianchi” arriva l’An Brescia vice-campione d’Italia.

 

SC QUINTO – PALLANUOTO TRIESTE 7-6 (2-0; 2-2; 2-3; 1-1)

SC QUINTO: Scanu, F. Brambilla, A. Brambilla, Primorac 2, Turbati, Eskert 1, Amelio, Palmieri, Boero, Bittarello 2, Spigno, Aksentijevic 2, Gianoglio. All. Paganuzzi

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio, Giorgi 1, Giacomini, Di Somma 1, Rocchi, Turkovic, Elez 1, Mezzarobba, Obradovic 2, Vannella. All. Piccardo

Arbitri: Severo e Taccini

NOTE: nessun giocatore uscito per limite di falli; superiorità numeriche Quinto 5/11, Pallanuoto Trieste 3/8; spettatori 400 circa

Potrebbe interessarti anche
Rapallo troppo superiore, la Pallanuoto Trieste sconfitta dalle liguri in trasferta (21-6)
Orchette in trasferta, sabato 9 novembre (ore 18.30) la Pallanuoto Trieste se la vedrà con il Rapallo