A1 MASCHILE

La Pallanuoto Trieste si ferma alla "Vassallo", un rigore di Lanzoni a 52'' dalla fine premia il Bogliasco (9-8). Daniele Bettini: "Sconfitta che brucia tantissimo. Giocato bene all'inizio, ma non si può vincere senza segnare per due tempi"

Gli alabardati partono bene e scappano sul 5-8 di metà gara. Poi il Bogliasco rimonta e opera il sorpasso proprio in extremis. Sabato prossimo alla "Bianchi" arriva il Posillipo

Questa volta il fotofinish non premia la Pallanuoto Trieste. Nella seconda giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, la squadra alabardata è stata battuta alla “Vassallo” dal Bogliasco per 9-8. Decisivo un rigore trasformato da Lanzoni a 52’’ dalla sirena finale. E pensare che alla fine del secondo periodo la squadra di Daniele Bettini era avanti di 3 reti sul 5-8. “E’ una sconfitta che brucia tantissimo - spiega l’allenatore della Pallanuoto Trieste - per lunghi tratti abbiamo fatto bene, lottando con coraggio su ogni pallone, però non puoi pensare di vincere su un campo così difficile senza segnare nel terzo e nel quarto periodo. Complimenti a loro che ci hanno creduto fino in fondo”.
La cronaca del match. Lanzoni porta avanti il Bogliasco dopo poco più di 2’ di gioco (1-0). Mezzarobba impatta in controfuga (1-1), Panerai trova l’1-2 in superiorità e un’altra rapida transizione offensiva permette a Petronio di siglare l’1-3. Negli ultimi 12’’ del primo periodo arrivano addirittura due reti: Lanzoni in superiorità sigla il 2-3, Mezzarobba il 2-4. In apertura di seconda frazione il Bogliasco annulla il doppio vantaggio degli ospiti nel giro di 1’ con Ravina (in superiorità) e il solito Lanzoni: 4-4. Trieste non sbanda e trova la forza per allungare. Due segnature in rapida successione di Gogov valgono il nuovo +2 ospite (4-6), Ferreccio mette in porta il 4-7 e costringe la panchina del Bogliasco a chiamare time-out. Guidi accorcia sul 5-7, ma un rigore di Gogov vale il prezioso 5-8 di metà partita.
Dopo il cambio di campo però si vede tutta un’altra partita. Trieste non punge più in fase offensiva e il Bogliasco lentamente torna sotto. Una doppietta di Guidi permette ai liguri di riaprire i giochi sul 7-8 di fine terzo periodo. La gara si decide in volata. Gli alabardati avrebbero un paio di occasioni con l’uomo in più per tornare sul +2, ma non le sfruttano a dovere. Il Bogliasco è più cinico e ribalta la situazione. Guidi (sempre lui) in superiorità impatta sull’8-8 a 1’54’’ dalla fine, poi a 52’’ dall’epilogo arriva il rigore di Lanzoni del definitivo 9-8.
Sabato prossimo, il 2 febbraio, la Pallanuoto Trieste torna a giocare alla “Bruno Bianchi” per affrontare il blasonato Posillipo (ore 18.00).

BOGLIASCO - PALLANUOTO TRIESTE 9-8 (2-4; 3-4; 2-0; 2-0)
BOGLIASCO:
Prian, Ferrero, A. Di Somma, Fracas, G. Guidi, Ravina 1, Gambacorta, Monari, Guidaldi, M. Guidi 4, Puccio, Lanzoni 4, Di Donna. All. Magalotti
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio 1, Giorgi, Panerai 1, Gogov 3, Turkovic, Vico, Mezzarobba 2, Spadoni, Rocchi, Persegatti. All. Bettini
Arbitri: Calabrò e Colombo
NOTE: usciti per limite di falli Puccio (B) nel quarto periodo; superiorità numeriche Bogliasco 4/13 + 1 rigore, Pallanuoto Trieste 1/7 + 1 rigore; spettatori 200 circa

Potrebbe interessarti anche
Sconfitta interna per l'U17A, il Perugia passa alla "Bianchi". Continuano a vincere U20, U17 femminile e U15
La legge delle orchette. Alla "Bruno Bianchi" la capolista Pallanuoto Trieste regola il Promogest (14-3)