A1 MASCHILE

La super Pro Recco non sbaglia un colpo, ma Trieste regge il confronto

Nella corsa al terzo posto pesa l'incognita di Posillipo-Telimar, gara sospesa dalla Federnuoto

Pronostico rispettato a Punta Sant’Anna. Nell’ultimo turno del “preliminary round” scudetto (girone E) della serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste è stata battuta dalla corazzata Pro Recco per 13-5. Risultato sostanzialmente scontato, del resto i liguri in questa stagione hanno sempre vinto e si apprestano a giocare da favoriti i play-off scudetto e le finali di Champions League. Gli alabardati restano quindi al terzo posto in classifica, che vale lo spareggio per l’Euro Cup. Ma pesa l’incognita riguardante il match tra Posillipo e Telimar Palermo, che è stato sospeso dalla Federnuoto causa la positività al Covid di quattro atleti partenopei. I siciliani mercoledì 12 maggio saranno impegnati in gara-1 di semifinale play-off, i tempi per un recupero evidentemente sono davvero strettissimi. Non resta che attendere comunicazioni ufficiali, anche perchè sabato 15 maggio è in programma la prima sfida che vale la qualificazione europea.
La cronaca. I padroni di casa, che hanno appena conquistato la Coppa Italia, partono come al solito fortissimo. Figlioli sblocca il risultato su rigore dopo 1’05’’ (1-0) e Mandic trova l’immediato 2-0. Gli alabardati però si riorganizzano in fretta e provano a contenere l’urto della corazzata ligure. In apertura di secondo periodo il fuoriclasse serbo Mandic sigla il 3-0, dall’altra parte del campo risponde il compagno di nazionale Vico che accorcia per la Pallanuoto Trieste (3-1). Il Recco ha frecce infinte al proprio arco, Velotto e due volte Younger spingono i padroni di casa sul 6-1 di metà gara. Nella terza frazione Negri prende il posto di Bijac tra i pali del Recco, l’inerzia del match comunque non cambia. Mandic scrive 7-1, capitan Petronio su rigore mette in porta il 7-2, poi vanno a segno Ivovic (8-2) e Aicardi in superiorità (9-2). Trieste continua a costruire gioco anche nel quarto periodo. Razzi e due volte Buljubasic rispondono alle bocche da fuoco liguri, nel finale c’è spazio anche per Persegatti che sostituisce tra i pali Oliva e alla sirena il risultato finale recita 13-5 per la Pro Recco. Trieste ora dovrà aspettare le decisioni federali per scoprire se tra sette giorni sarà di nuovo in acqua. 

PRO RECCO - PALLANUOTO TRIESTE 13-5 (2-0; 4-1; 3-1; 4-3)
PRO RECCO:
Bijac, Mandic 5, Figlioli 2, Younger 2, Velotto 1, N. Presciutti, Ivovic 1, Figari, Aicardi 2, S. Luongo, Negri. All. Hernandez
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Buljubasic 2, Razzi 1, Rigoni, Jankovic, Milakovic, Vico 1, Mezzarobba, Bini, Mladossich, Persegatti. All. Bettini
Arbitri: Pinato e Braghini
NOTE: uscito per limite di falli Razzi (T) nel quarti tempo; superiorità numeriche Pro Recco 4/9 + 1 rigore, Pallanuoto Trieste 0/2 + 1 rigore

(Ph Luca Sanguineti)

Potrebbe interessarti anche
Prenotazioni aperte per assistere alla partita tra Pallanuoto Trieste e An Brescia
Orchette scatenate alla "Bianchi", Trieste supera il Como Nuoto (16-13)