Le orchette ripartono. Sabato 1 febbraio (ore 17.00) alla "Bianchi" arriva la corazzata Plebiscito Padova

Patavine scudettate dal 2015 al 2018, a dicembre hanno vinto la Coppa Italia. Esordio stagionale in panchina per Ilaria Colautti: "Vogliamo fare bella figura"

Il 2020 delle orchette inizia con un match durissimo. Sabato 1 febbraio, nell’ultima giornata di andata della serie A1 femminile, alla “Bruno Bianchi” la Pallanuoto Trieste attende il Plebiscito Padova. Inizio fissato alle ore 17.00.

Qui Pallanuoto Trieste
Ferma ormai dal 23 novembre, le atlete alabardate hanno lavorato duramente in questi due mesi di pausa. Alla guida del gruppo è tornata a tutti gli effetti Ilaria Colautti, che nella sfida alla corazzata patavina farà il proprio esordio in panchina nel massimo campionato nazionale. Le orchette hanno svolto una sorta di preparazione fisica tutta nuova e poi, raggiunta una buona condizione, si sono concentrate sugli aspetti tattici del gioco. L’obiettivo, in ogni caso, resta quello di raggiungere il picco della forma in primavera, dopo il torneo preolimpico di Trieste, quando in palio ci saranno punti decisivi nella corsa alla salvezza. “Ma con il Plebiscito vogliamo assolutamente fare bella figura - spiega proprio l’allenatrice triestina - siamo consapevoli che affronteremo una squadra fortissima, forse la più quadrata di tutta la categoria. Giochiamo davanti al nostro pubblico, è un’occasione importante anche per valutare il nostro processo di crescita”. Le orchette stanno piuttosto bene dal punto di vista fisico, anche se qualche malanno di stagione ha un po’ complicato la preparazione del derby del Triveneto. Ancora la Colautti: “Sarà un test molto impegnativo sotto tutti i punti di vista. Il Plebiscito gioca una difesa aggressiva, ti mettono sotto pressione e poi ripartono in velocità. In qualche modo dovremo limitarle, sarà comunque bello sfidare una compagine di levatura internazionale”.

Le avversarie: Plebiscito Padova
Quattro scudetti di fila, dal 2015 al 2018, la Coppa Italia vinta a Ostia lo scorso dicembre, una Eurolega giocata da protagonista. In questi anni il Plebiscito Padova si è imposto come la società di riferimento per la pallanuoto italiana femminile. E l’obiettivo per la squadra guidata da Stefano Posterivo è quello di tornare a vincere il titolo tricolore. La rosa è ovviamente estremamente competitiva e ha nel capitano del Setterosa Elisa Queirolo l’atleta più rappresentativa. Il portiere Laura Teani è un’autentica sicurezza tra i pali, Sara Dario e Ilaria Savioli puntellano la fase difensiva, Alessia Millo, Chiara Ranalli, Martina Savioli e Sara Centanni (prelevata questa estate dal Velletri) garantiscono gol a grappoli, la coppia di centroboa composta dall’ex Rapallo Agnese Cocchiere e Martina Gottardo è affiatata e completa. Il Plebiscito ha il miglior attacco della categoria con 107 gol segnati e la seconda miglior difesa, con 52 reti subite (una sola in più rispetto alla Sis Roma). In classifica le venete sono seconde dietro all’Orizzonte, in virtù del successo etneo nello scontro diretto del 9 novembre, unica sconfitta stagionale tra campionato e Coppa Italia per il Plebiscito.

Gli arbitri
La sfida tra Pallanuoto Trieste e Plebiscito Padova sarà diretta da Luca Bianco di Brescia e Giuseppe Fusco di Torino, delegato Dante Saeli.

La giornata
Il girone di andata si chiude con un turno che, almeno sulla carta, non dovrebbe riservare particolari sorprese. La capolista Orizzonte sarà di scena sul campo del Bogliasco, il Rapallo attende il fanalino di coda Vela Ancona, mentre per la Sis Roma test insidioso sul campo della Kally Nc Milano. Il match dal pronostico più incerto è quello della 19.30 tra Css Verona e Rn Florentia, con diretta streaming su Waterpolo Channel (www.federnuoto.it/live).

Potrebbe interessarti anche
Grace Marussi in raduno collegiale a Ostia con la nazionale giovanile
Ecco la nuova centroboa, in alabardato arriva l'ex Rapallo Gaia Gagliardi