A1 MASCHILE

L'Ortigia si scioglie alla "Bianchi", una grande Trieste coglie un successo di prestigio (11-10)

Decide Gogov a 50'' dalla fine, nell'ultima azione Oliva sventa una doppia superiorità degli ospiti. Daniele Bettini: "I ragazzi hanno dato tutto e anche di più"

Prestazione straordinaria della Pallanuoto Trieste, che nella sfida valida per la settima giornata del campionato maschile di serie A1 maschile piega 11-10 l'Ortigia Siracusa, arrivata alla “Bruno Bianchi” da prima in classifica a punteggio pieno. "Abbiamo dato più di quello che avevamo, mantenendo e i nervi saldi dalla prima all'ultima azione. Siamo stati intelligenti a sfruttare le superiorità numeriche e concentrati nella fase difensiva" sono le parole dell’allenatore Daniele Bettini a fine match.
Gli alabardati sbloccano la gara a metà del primo periodo con una staffilata di Petronio in superiorità (1-0). La partita è da subito combattuta e Oliva si distingue per diversi interventi provvidenziali, uno dei quali propizia la controfuga di Rocchi che porta al rigore conquistato da Mezzarobba ma spedito sulla traversa da Gogov. A 1'20" dalla sirena Panerai sfrutta con astuzia un controfallo e sorprende Tempesti sul primo palo (2-0). Grande equilibrio nel secondo periodo. I siciliani accorciano le distanze in superiorità con Vidovic (2-1), i ragazzi di Bettini tornano sul +2 con una saetta di Milakovic che si stampa sul palo prima di terminare in rete (3-1). Risposta immediata dell'Ortigia, a segno ancora in superiorità, prima con Vidovic (3-2), poi con il capitano Giacoppo (3-3). Milakovic riporta avanti Trieste in superiorità (4-3), passano 60’’ e gli ospiti riacciuffano il pari con la conclusione di Di Luciano sul primo palo (4-4). Il terzo periodo, se possibile, è ancora più combattuto. Dopo 45" Panerai va a segno in superiorità (5-4). Vidovic risponde con un preciso diagonale (5-5), prima della spettacolare palombella di Mezzarobba che sfrutta l'assist di Petronio e disorienta Tempesti (6-5). Napolitano in superiorità firma il pari (6-6), ma in transizione va ancora in gol Mezzarobba (7-6). Pronta la risposta dei ragazzi di Piccardo, con il letale “alzo e tiro” di Vidovic (7-7). A 19" dalla sirena Gogov finalizza bene una superiorità e insacca sul primo palo (8-7). In apertura di quarto periodo Milakovic trasforma un rigore propiziato da un fallo da espulsione di Tempesti che ritarda l’uscita verso il pozzetto (9-7). Oliva compie un altro paio di grandi parate, ma non può nulla sulla violenta conclusione di Giacoppo (9-8). Vico mette in porta il 10-8 in superiorità dal palo, ancora Giacoppo risponde siglando la tripletta personale (10-9) e Di Luciano in superiorità acciuffa il pareggio (10-10). Ma Trieste non ci sta, e spinta dai quasi 900 tifosi presenti in tribuna, torna avanti. A 50" dalla fine Gogov in superiorità insacca con forza e precisione l’importantissimo 11-10. L’ultimo assalto siciliano è sventato da un provvidenziale intervento di Oliva che nega il pari ospite in situazione di doppia superiorità. “Vittoria più che meritata - chiosa il d.s. Andrea Brazzatti - i ragazzi hanno giocato a viso aperto e messo sotto la squadra più in forma del campionato”.
Il prossimo impegno degli alabardati è in programma sabato 23 novembre alle 18.00, al Foro Italico con la Roma Nuoto.

PALLANUOTO TRIESTE - ORTIGIA SIRACUSA 11-10 (2-0, 2-4, 4-3, 3-3)
PALLANUOTO TRIESTE:
Oliva, Podgornik, Petronio 1, Rocchi, Panerai 2, Zadeu, Gogov 2, Milakovic 3, Vico 1, Mezzarobba 2, Spadoni, Mladossich, Persegatti. All. Bettini
ORTIGIA SIRACUSA: Tempesti, Cassia, Abela, La Rosa, Di Luciano 2, Ferrero, Giacoppo 3, Gallo, Rotondo, Rossi, Vidovic 4, Napolitano 1, Caruso. All. Piccardo
Arbitri: Zedda e Gomez
NOTE: espulso per proteste Caruso (S) nel quarto periodo; usciti per limite di falli Vidovic (S) e Petronio (T) nel quarto periodo; nel primo periodo Gogov (T) ha sbagliato un rigore (traversa); superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 6/11 + 2 rigori, Ortigia Siracusa 5/12; spettatori 900 circa

 

Potrebbe interessarti anche
Under 20: Michele Mezzarobba al Mondiale, il talento alabardato giocherà la rassegna iridata in Kuwait
Troppi errori in fase offensiva, alla "Simone Vitale" Pallanuoto Trieste battuta dalla Rn Salerno (8-5)