A1 MASCHILE

Nella piscina di Camogli una buona Pallanuoto Trieste si arrende ai campioni d'Italia in carica. Vince la Pro Recco (15-8), per gli alabardati segnali positivi in vista delle prossime sfide

Prestazione attenta in fase difensiva, iniziative interessanti anche in attacco. L'allenatore Stefano Piccardo: "Test molto utile contro una squadra dall'enorme caratura tecnica"

Nella nona giornata di ritorno della serie A1 maschile, una buona Pallanuoto Trieste si arrende – come da pronostico – ai campioni d’Italia in carica della Pro Recco per 15-8. Nella piscina di Camogli la squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping ha prodotto una prestazione nel complesso positiva, denotando evidenti segnali di crescita in tutti i reparti. “Direi bene – spiega l’allenatore Stefano Piccardo a fine gara – abbiamo affrontato una squadra di enorme caratura tecnica, ma a tratti abbiamo retto il confronto. Ho visto cose interessanti in situazione di superiorità numerica e in difesa con l’uomo in meno. Mentre Vukcevic appare sempre più in condizione dal punto di vista fisico. Un buonissimo test in vista dell’importante partita col Torino”. 

La cronaca. Come previsto Piccardo lascia a riposo Mezzarobba, mentre Vujasinovic può permettersi di tenere fuori il mancino Mandic e il centroboa Bodegas, mentre Tempesti è ancora ai box causa infortunio, tra i pali come nella gara di andata c’è Dufour. I campioni d’Italia partono forte, nel giro di 90’’ vanno in gol con Figlioli e Echenique. Poi la Pallanuoto Trieste serra le fila in difesa e riesce a chiudere il primo periodo senza incassare altre reti: 2-0 per i padroni di casa. 

Nel secondo periodo la Pro Recco alza il ritmo. Dopo 1’20’’ Echenique insacca il 3-1 in situazione di superiorità numerica, Petronio accorcia grazie a un rigore trasformato con freddezza (3-1), poi i liguri segnano a raffica. Vanno in gol Figlioli, il fuoriclasse montenegrino Ivovic, Aicardi e ancora Echenique. Il secondo periodo si chiude con la Pro Recco avanti per 7-1.

Il terzo periodo si apre con un mini-parziale favorevole alla Pallanuoto Trieste, firmato da Vukcevic (7-2) e Elez (7-3 su rigore). Poi la Pro Recco riprende in mano la situazione, segnano Fondelli (doppietta), Alesiani e Aicardi: 11-3 a 8’ dalla fine.

Nel quarto periodo un’attenta Pallanuoto Trieste riesce a mettere un po’ in difficoltà i campioni d’Italia. Sukno segna il 12-3, poi Rocchi e Alessandro Di Somma danno il 12-5 agli alabardati. Il botta e risposta continua con Ivovic, un Vukcevic in netta crescita, Alesiani e Edoardo Di Somma (15-6). Nell’ultimo minuto di gioco Elez e Alessandro Di Somma trovano le reti del definitivo 15-8, per gli alabardati la piccola soddisfazione di aver vinto almeno l’ultimo parziale (4-5). Cambia poco, in ogni caso. Adesso bisogna preparare al meglio la sfida casalinga di sabato prossimo col Torino 81, reduce dal successo sull’Acquachiara. 

 

PRO RECCO – PALLANUOTO TRIESTE 15-8 (2-0; 5-1; 4-2; 4-5)

PRO RECCO: Volarevic, Garaventa, Alesiani 2, Figlioli 2, Fondelli 2, E. Di Somma 1, Sukno 1, Echenique 3, Figari, Bruni, Aicardi 2, Ivovic 2, Dufour. All. Vujasinovic

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio, Giorgi, Giacomini, A. Di Somma 2, Rocchi 1, Vukcevic 2, Elez 2, Turkovic, Obradovic, Vannella. All. Piccardo

Arbitri: L. Bianco e Carmignani

NOTE: usciti per limite di falli Fondelli (R) e Podgornik (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche Pro Recco 9/12, Pallanuoto Trieste 4/8 + 2 rigori; spettatori 150 circa

Potrebbe interessarti anche
Rapallo troppo superiore, la Pallanuoto Trieste sconfitta dalle liguri in trasferta (21-6)
Orchette in trasferta, sabato 9 novembre (ore 18.30) la Pallanuoto Trieste se la vedrà con il Rapallo