A1 MASCHILE

Questo Sport Management è davvero troppo superiore, alla "Bruno Bianchi" la Pallanuoto Trieste si arrende (5-14) alla terza forza del campionato

Ospiti sempre avanti nel punteggio. L'allenatore Piccardo: "Non dimentichiamo che il nostro obiettivo è la salvezza". Il d.s. Brazzatti: "Nessun dramma, avanti per la nostra strada"

Tutto secondo pronostico alla “Bruno Bianchi”. Nella terza giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, lo Sport Management supera la Pallanuoto Trieste per 5-14, dimostrando una netta superiorità sulla pur volenterosa compagine alabardata. Il risultato è forse un po’ troppo pesante, viziato dall’evitabile 0-5 di parziale incassato dai padroni di casa nell’ultimo periodo, ma la terza forza del torneo non ha praticamente sbagliato nulla, mettendo in mostra qualità, quantità e invidiabile tenuta atletica. “Il risultato parla chiaro – spiega l’allenatore della Pallanuoto Trieste Stefano Piccardo – abbiamo perso contro una squadra attrezzatissima in tutti i reparti, forte, preparata tatticamente, in questo momento fuori dalla nostra portata. Dobbiamo però restare concentrati sul nostro obiettivo stagionale. Il nostro è un gruppo costruito per conquistare la salvezza, magari all’ultimo minuto dell’ultima partita dei play-out. Noi puntiamo a quello, non certo a giocare alla pari con una corazzata del genere. Certo, brucia lo 0-5 incassato nell’ultimo tempo, ne parleremo lunedì, per il resto c’è poco da dire. In questo momento lo Sport Management è di un altro livello rispetto a noi, e la classifica lo dimostra. Incassiamo la botta e andiamo avanti per la nostra strada”.

Lo Sport Management, 44 gol segnati nelle ultime 3 uscite, mette subito in chiaro la situazione. Passano 70’’ e i lombardo-veneti sono già avanti per 0-2 con Jelaca e Di Somma, Giacomini accorcia in situazione di superiorità, poi Petkovic e Di Somma scrivono 1-4. Popovic sigla il 2-4, gli ospiti però sembrano in totale controllo. Sensazioni confermate in un secondo periodo a senso unico. Petkovic sforna una deliziosa colomba per il 2-5, il croato si mette in proprio anche per il 2-6, a 11’’ dal cambio di campo arriva anche il 2-7, siglato da Razzi con l’uomo in più.

La Pallanuoto Trieste prova comunque a rimettere in piedi una gara durissima. In apertura di secondo periodo Petronio insacca il 3-7, Jelaca in superiorità però ricaccia gli alabardati sul -5 (3-8), Grummy e Popovic ridanno un po’ di fiato ai tifosi della “Bruno Bianchi” per il 5-8 a 3’ dalla fine del tempo. E’ però l’ultima fiammata degli alabardati. Da qui in poi lo Sport Management sigla un parziale di 0-6, vanno in gol il solito Petkovic, Di Somma e Mirarchi in controfuga, Deserti con due bei movimenti dalla posizione di centroboa. Il risultato finale recita 5-14, per la Pallanuoto Trieste c’è davvero poco da recriminare.

“Ci abbiamo provato – spiega il direttore sportivo Andrea Brazzatti – onestamente fare di più contro una squadra del genere era pura utopia. Sappiamo quali sono i nostri obiettivi, stiamo lavorando per raggiungerli e una sconfitta del genere, anche se pesante, non cambia di una virgola le nostre prospettive. Giornate del genere capitano, quindi nessun dramma. Quindi tutti concentrati, si continua a lavorare”.

 

PALLANUOTO TRIESTE – SPORT MANAGEMENT 5-14 (2-4; 0-3; 3-2; 0-5)

PALLANUOTO TRIESTE: Jurisic, Podgornik, Petronio 2, Ferreccio, Giorgi, Giacomini 1, Popovic 1, Rocchi, Elez, Berlanga Henriques, Guimaraes 1, Turkovic, Vannella. All. Piccardo

SPORT MANAGEMENT: Oliva, Di Fulvio, Brambilla 1, Coppoli, Vergano, Petkovic 4, Di Somma 2, Jelaca 2, Mirarchi 2, Busilacchi, Razzi 1, Deserti 2, Lazovic. All. Baldineti

Arbitri: Piano di Genova e Scappini di Roma

NOTE: usciti per limite di falli Coppoli (S) nel terzo periodo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 3/10, Sport Management 7/10; spettatori 1000 circa

Potrebbe interessarti anche
Under 20: Michele Mezzarobba al Mondiale, il talento alabardato giocherà la rassegna iridata in Kuwait
Troppi errori in fase offensiva, alla "Simone Vitale" Pallanuoto Trieste battuta dalla Rn Salerno (8-5)