A1 MASCHILE

Strapotere Pro Recco, pronostico rispettato a Sori. La Pallanuoto Trieste si arrende (26-8) alla corazzata ligure. L'allenatore Bettini: "Giocato a viso aperto contro la squadra più forte del mondo"

Alabardati avanti 1-2 dopo 3', poi i campioni d'Italia in carica prendono decisamente il comando delle operazioni. Doppiette per Vico, Mezzarobba e Rocchi, in gol anche Gogov e capitan Giorgi

Tutto come previsto a Sori. Nella sesta giornata di ritorno della serie A1 maschile, la Pro Recco campione d’Italia ha superato la Pallanuoto Trieste per 26-8. “Abbiamo giocato a viso aperto contro la squadra più forte del mondo - spiega a fine gara l’allenatore alabardato Daniele Bettini - e quando fai così inevitabilmente ti esponi al loro strapotere. Però abbiamo fatto buone cose, ovviamente tanti errori, e siamo crollati soltanto nel finale. Andiamo avanti a lavorare a testa bassa con l’obiettivo di presentarci al meglio alle partite importanti per la nostra classifica”.
Trieste è senza Petronio (squalificato), Rudic rinuncia a Tempesti e Aicardi, tra i pali il titolare è Bijac. Filipovic sblocca la situazione dopo appena 29’’ (0-1), Mezzarobba trova l’1-1 a stretto giro e poco dopo Gogov firma il vantaggio ospite (1-2 dopo 3’04’’ dallo sprint). La corazzata di Ratko Rudic si scuote e realizza cinque gol consecutivi con Velotto (doppietta), Ivovic, Bukic e Filipovic su rigore: 6-2 per il Recco alla fine del primo periodo. Si segna tantissimo anche nella seconda frazione. Echenique sigla il 7-2, Vico risponde con la rete del 7-3, Ivovic in superiorità scrive 8-3, Rocchi mette in porta l’8-4 a 5’56’’ dalla fine del tempo. Il Recco piazza un’altra sfuriata con Ivovic, Bukic e Gitto (12-4), ma prima del cambio di campo Trieste trova due reti con l’uomo in più siglate da Mezzarobba e Rocchi. A metà gara i campioni d’Italia sono avanti per 13-6.
Ritmi piuttosto alti anche nel terzo periodo. Ivovic segna altre due volte (15-6), Vico accorcia sul 15-7, la freccia azzurra Di Fulvio realizza il 16-7 e capitan Giorgi firma il 16-8 a 3’21’’ dalla fine del tempo. Il Recco non alza il piede dall’acceleratore: Echenique e Gitto in superiorità (sulle definitive di Podgornik e Mezzarobba) fanno 18-8, di nuovo Echenique chiude la frazione con la rete del 19-8. Nel finale c’è spazio tra i pali per Persegatti al posto di Oliva e Massaro per Bijac. Il Recco spinge ancora e va in gol altre sette volte con Figari, Molina, Velotto, Bodegas e Gitto per il definitivo 26-8.
Sabato prossimo, il 2 marzo, altra sfida complicata per la Pallanuoto Trieste, che sarà ospite dallo Sport Management terzo in classifica (ore 18.00).

PRO RECCO - PALLANUOTO TRIESTE 26-8 (6-2; 7-4; 6-3; 7-0)
PRO RECCO:
Massaro, Di Fulvio 1, Renzuto Iodice, Bukic 3, Molina 1, Velotto 4, Bodegas 2, Echenique 3, Figari 1, Filipovic 2, Ivovic 6, N. Gitto 3, Bijac. All. Rudic
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Mladossich, Ferreccio, Giorgi 1, Panerai, Gogov 1, Turkovic, Vico 2, Mezzarobba 2, Spadoni, Rocchi 2, Persegatti. All. Bettini
Arbitri: Paoletti e Zedda
NOTE: usciti per limite di falli Podgornik (T) e Mezzarobba (T) nel terzo periodo, Turkovic (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche Pro Recco 11/13 + 1 rigore, Pallanuoto Trieste 2/6; spettatori 200 circa

Potrebbe interessarti anche
Criteria Kinder+Sport di Riccione, riscontri positivi per Roberta Antonione e Pietro Cirillo
Orchette da applausi! Alla "Bianchi" la Pallanuoto Trieste supera la Rn Bologna (12-10) nello scontro al vertice