Trasferta a Imperia per le orchette. Domenica 5 marzo (ore 12.00) la Pallanuoto Trieste affronterà la temibile squadra ligure

Gara molto difficile contro una squadra che punta alla promozione in A1. Ilaria Colautti: "Siamo un po' rimaneggiate. Affrontiamo questa partita senza assili, voglio vedere ulteriori miglioramenti"

Le orchette tornano in Liguria. Domenica 5 marzo, nella settima giornata di andata del campionato di serie A2 femminile, la Pallanuoto Trieste affronterà la Rn Imperia, una delle squadre più attrezzate della categoria. Si gioca nella bella cornice della piscina “Felice Cascione” con inizio fissato alle ore 12.00.

La società giallorossa può venire considerata come una sorta di “nobile decaduta”, molto probabilmente solo di passaggio nella seconda serie nazionale. Il palmares, anche piuttosto recente, dell’Imperia parla chiaro: Coppa Len nel 2012, scudetto nel 2014, altra Coppa Len nel 2015. In ogni caso, la squadra guidata dall’ungherese Mercy Stieber (nel doppio ruolo di allenatrice e giocatrice) punta senza mezzi termini alla risalita in A1. Anche se nelle ultime settimane l’Imperia ha segnato un po’ il passo e domenica scorsa ha incassato la prima sconfitta stagionale per mano del Como (11-8). 

La Pallanuoto Trieste, reduce dalla corroborante vittoria sul Promogest, si prepara alla difficile trasferta ligure senza particolari assilli di classifica. Ilaria Colautti (squalificata per un turno) dovrà rinunciare a Sara Ingannamorte, Margherita Favero e Lucia Balestra. Tre assenze pesanti, nelle tredici quindi verrà inserita Matilda Tommasi e due atlete dell’Under 15. Insomma, a Imperia vedremo una Pallanuoto Trieste se possibile ancora più giovane. 

“Siamo un po’ rimaneggiate – spiega l’allenatrice alabardata – ma in settimana ci siamo comunque allenata con buona intensità. Affrontiamo una squadra di grande spessore, con tante atlete che hanno giocato in A1. Ci attende una gara dura e difficile, la affronteremo con il nostro solito spirito”. L’importante sarà quello di migliorare ancora un po’. Colautti conferma: “Proprio così. Con il Promogest abbiamo disputato una buona gara, ma possiamo crescere. A Imperia voglio vedere meno errori, dobbiamo evitare di farci sorprendere dalle ripartenze avversaria e servirà un pizzico di precisione in più nelle situazioni di superiorità numerica”. 

L’elemento di maggiore talento dell’Imperia è ovviamente Mercy Stieber, che da giocatrice ha vinto praticamente tutto con le squadre di club (4 scudetti e svariate coppe europee) e con la nazionale ungherese (compresi due ori mondiali). Attenzione in particolare alle attaccanti Anna Amoretti e Giulia Cuzzupè, 32 gol in due in campionato. Infine, la designazione arbitrale: la partita sarà diretta dal fischietto Rovida. 

Potrebbe interessarti anche
Il 2019 si chiude in trasferta. Sabato 7 dicembre (ore 18.00) la Pallanuoto Trieste rende visita al Salerno
Prima prova regionale a Gorizia. Bernardi abbassa tutti i suoi personali, bene anche Antonione