A1 MASCHILE

Trieste rimonta la Roma Nuoto (10-7) davanti al pubblico della "Bianchi"

I giallorossi erano avanti 5-7 a 2' dalla fine del terzo periodo. Bettini: "Poca intensità, ci teniamo i tre punti"

Secondo successo consecutivo in campionato per la Pallanuoto Trieste. Nella seconda giornata di andata della serie A1 maschile, davanti al ritrovato pubblico della “Bruno Bianchi”, la squadra dello sponsor Samer & Co. Shipping ha superato la Roma Nuoto per 10-7. Non è stato un match semplice per i ragazzi di Daniele Bettini, che hanno faticato a tenere a bada la giovane e talentuosa compagine giallorossa. “Intanto complimenti a loro - spiega l’allenatore - hanno sfoderato davvero un’ottima prestazione. A noi è mancata concentrazione e intensità, abbiamo rischiato. Ci prendiamo i tre punti e pensiamo ai prossimi impegni”.
La cronaca. Equilibrio fin dal primo sprint. Dopo 90’’ Pietro Faraglia in controfuga trova lo 0-1, Mezzarobba è lesto a ribattere a rete un pallone vagante (1-1), Francesco Faraglia in superiorità mette in porta l’1-2. Nel secondo periodo Trieste prova a ribaltare l’inerzia. Bini impatta con un secco diagonale mancino (2-2) e Podgornik capitalizza un assist di Mezzarobba: 3-2 al cambio di campo. Ma non è il prologo ad un allungo alabardato, anche perché la Roma ribatte colpo su colpo. Nella terza frazione si segna tantissimo. Una colomba di Ciotti vale il 3-3, poi vanno a tabellino Podgornik in superiorità (4-3) e sempre con l’uomo in più Francesco Faraglia (4-4), Mladossich (5-4) e De Robertis (5-5). I capitolini ci credono e grazie al rigore del solito Francesco Faraglia e un diagonale di Ciotti scappano sul +2 (5-7) a 1’58’’ dalla fine del tempo. Qui inizia tutta un’altra partita. Trieste si scuole e riacciuffa subito il pareggio grazie alle reti con l’uomo in più di Razzi e Bego (lesto tap-in dal palo). Si entra negli ultimi 8’ di gioco con il punteggio fissato sul 7-7. Bini sfrutta un assist di capitan Petronio per il nuovo vantaggio casalingo (8-7), Buljubasic da boa realizza il preziosismo +2 (9-7) a 2’57’’ dalla sirena e proprio a 23’’ dall’epilogo Mezzarobba chiude i conti con la rete del 10-7. “Non è stata una gran partita da parte nostra - conclude il d.s. Andrea Brazzatti - abbiamo sofferto parecchio, ma nel finale siamo stati bravi a portarci a casa il bottino pieno”.
La Pallanuoto Trieste tornerà in campo sabato 23 ottobre per affrontare in trasferta il temibile Telimar Palermo (ore 15.00).

PALLANUOTO TRIESTE - ROMA NUOTO 10-7 (1-2; 2-0; 4-5; 3-0)
PALLANUOTO TRIESTE:
Oliva, Podgornik 2, Petronio, Buljubasic 1, Vrlic, Jankovic, Bego 1, Mezzarobba 2, Razzi 1, Rigoni, Bini 2, Mladossich 1, Seppi. All. Bettini
ROMA NUOTO: De Michelis, Ciotti 2, Di Santo, F. Faraglia 3, P. Faraglia 1, Tartaro, De Robertis 1, Voncina, Boezi, Calic, Spione, Graglia, Maizzani. All. Tafuro
Arbitri: D’Antoni e Lo Dico
NOTE: nessuno uscito per limite di falli; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 4/11, Roma Nuoto 3/10 + 1 rigore

Potrebbe interessarti anche
Trasferta a Salerno per l'U16, si gioca il torneo "Pallanuoto d'Artista"
Orchette alla Monte Bianco, confronto con il lanciatissimo Css Verona