A1 MASCHILE

Trieste si ferma a Genova, nella piscina di Albaro il Quinto si impone sugli alabardati (10-8)

Giorgetti scatenato sigla una quaterna, ospiti troppo imprecisi in fase di conclusione. Daniele Bettini: "Questo è un campo difficile, serviva più cinismo"

Seconda sconfitta in campionato per la Pallanuoto Trieste, che nella quarta giornata della serie A1 maschile è stata battuta a Genova dal Quinto per 10-8. “Abbiamo commesso troppi errori - commenta l’allenatore alabardato Daniele Bettini a fine match - questo è un campo difficile, dovevamo gestire meglio certe situazioni, serviva più cinismo e invece abbiamo fatto tanta confusione, soprattutto in attacco”.
Ritmi alti fin dal primo sprint. Tabbiani approfitta di un’espulsione, scappa in controfuga e sigla l’1-0. Panerai risponde sempre con l’uomo in più (1-1), Oliva disinnesca un pericoloso “uno-contro-zero” ma poi il Quinto piazza il primo allungo con Gitto e Giorgetti: 3-1. Prima della fine del tempo Trieste resta in scia con Rocchi, che servito da Milakovic trova lo spiraglio giusto sul primo palo (3-2 con gol tutti in superiorità numerica). Nella seconda frazione i genovesi allungano. Gavazzi in transizione sigla il 4-2, Guidi in superiorità realizza il 5-2 e Lindhout su rigore mette in porta il +4 (6-2). Trieste reagisce con Panerai (6-3 in doppia superiorità) e Petronio (diagonale con l’uomo in più per il 6-4). Ma proprio in chiusura di tempo il solito Giorgetti (sempre in superiorità) scrive 7-4.
Nella terza frazione le squadre un po’ rallentano. Non però Giorgetti, che colpisce ancora una volta in superiorità per il nuovo +4 ligure (8-4). La risposta alabardata è affidata a Oliva, che stoppa una pericolosa incursione dei padroni di casa e lancia Gogov, che tutto solo in controfuga sigla l’8-5. Ma Trieste è troppo imprecisa al tiro e sperpera due volte in “uno-contro-zero” il possibile -2. Si entra negli ultimi 8’ di gioco con il Quinto avanti per 8-5. Nel finale i biancorossi badano soprattutto ad amministrare il prezioso vantaggio. Non si segna per oltre 4’, poi Giorgetti (sempre lui) chiude i conti con il 9-5 su rigore. Poi vanno a segno Gogov, Mugnaini, Milakovic e Mezzarobba per il definitivo 10-8.
La Pallanuoto Trieste tornerà in vasca sabato 2 novembre, quando alla “Bruno Bianchi” ospiterà la Sport Management (ore 19.15).

QUINTO - PALLANUOTO TRIESTE 10-8 (3-2; 4-2; 1-1; 2-3)
QUINTO:
Pellegrini, Perongini, Fracas, Mugnaini 1, Giorgetti 4, Lindhout 1, Gavazzi 1, Guidi 1, Tabbiani 1, Bittarello, Gitto 1, Amelio, Valle. All. Luccianti
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Rocchi 1, Panerai 2, Zadeu, Gogov 2, Milakovic 1, Vico, Mezzarobba 1, Spadoni, Mladossich, Persegatti. All. Bettini
Arbitri: Paoletti e Navarra
NOTE: usciti per limite di falli Rocchi (T) nel terzo periodo e Guidi (Q) nel quarto periodo; superiorità numeriche Quinto 6/8 + 2 rigori, Pallanuoto Trieste 4/10 + 1 rigore

Potrebbe interessarti anche
L'Ortigia si scioglie alla "Bianchi", una grande Trieste coglie un successo di prestigio (11-10)
Non basta una grande rimonta. Alla "Bianchi" Trieste cede di misura alla Rn Florentia (12-13)