A1 MASCHILE

Trieste vince all'esordio, alla "Bianchi" la Roma Nuoto si arrende (12-7)

Per gli alabardati è un successo molto prezioso. Il d.s. Andrea Brazzatti: "Tre punti dedicati a Walter Petronio"

Grazie ad uno straordinario quarto periodo, la Pallanuoto Trieste conquista un prezioso successo (12-7). È questo infatti il verdetto del match della “Bruno Bianchi” con la Roma Nuoto, valido per il primo turno di ritorno della serie A1 maschile (girone B). Vittoria davvero importante quella conquistata dalla compagine del main-sponsor Samer & Co. Shipping nella gara di esordio in campionato. “Buona prestazione - racconta a fine match l’allenatore Daniele Bettini - sono contento per il gruppo, avevamo tantissimo bisogno di giocare e di ritrovare le sensazioni di una partita ufficiale dopo così tanto tempo. Risultato positivo, ora guardiamo avanti”.
La cronaca. Passano 45’’ e capitan Petronio sblocca il match con una staffilata delle sue (con tanto di dedica, e non potrebbe essere altrimenti), poi Milakovic su rigore sigla il 2-0. L’ottimo avvio illude forse i padroni di casa, e infatti la Roma Nuoto torna sotto con veemenza. Casasola (da boa), Marko Vavic in controfuga e Spione ribaltano la situazione sul 2-3. Il 3-3 arriva quasi in chiusura di prima frazione, in superiorità: Buljubasic serve un pallone che Podgornik sbatte in porta. Gli alabardati provano ad allungare e nel secondo periodo scappano sul 5-3 grazie allo scatenato Petronio e al rigore guadagnato da Razzi e trasformato con freddezza da Mezzarobba.
I giallorossi però restano in scia. In apertura di terzo periodo Spione in superiorità scrive 5-4, Mladossich si mette in proprio per il gol del 6-4, Marko Vavic tiene vive le speranze ospiti con la rete del 6-5. Negli ultimi 8’ la Pallanuoto Trieste cambia letteralmente marcia. Vico di prepotenza confezionale il 7-5, Francesco Faraglia accorcia ancora in superiorità (7-6) prima dell’inizio dello show balcanico. Vico è di nuovo incontenibile (8-6), Buljubasic si produce in una straordinaria beduina dai 2 metri (9-6), il centroboa serbo serve un perfetto assist che il difensore croato trasforma nella rete del 10-6 a 5’01’’ dalla fine. Oliva ci mette del suo sventando un rigore tirato da Marko Vavic, nell’azione successiva Razzi dai 5 metri è molto più freddo e firma l’importante 11-6. Una controfuga di Nikola Vavic permette agli ospiti di tornare sul -4, l’ultima parola però è ancora del numero 3 triestino, che con potenza e precisione chiude la contesa sul definitivo 12-7. “Questi tre punti sono dedicati a Walter Petronio - spiega il d.s. Andrea Brazzatti - vittoria è meritata, i ragazzi sono stati bravi a restare concentrati in questo periodo così complicato, non era affatto facile, bene così”.
La Pallanuoto Trieste tornerà in acqua mercoledì 23 dicembre, sempre alla “Bruno Bianchi”, per affrontare l’An Brescia (ore 19.30)

PALLANUOTO TRIESTE - ROMA NUOTO 12-7 (3-3; 2-0; 1-2; 6-2)
PALLANUOTO TRIESTE:
Oliva, Podgornik 1, Petronio 3, Buljubasic 2, Razzi 1, Turkovic, Jankovic, Milakovic 1, Vico 2, Mezzarobba 1, Bini, Mladossich 1, Ricciardi. All. Bettini
ROMA NUOTO: De Michelis, Ciotti, M. Vavic 2, F. Faraglia 1, P. Faraglia, Di Santo, Boezi, N. Vavic 1, Graglia, Casasola 1, Spione 2, Tartaro, Maiolatesi. All. Tafuro
Arbitri: Colombo e Fusco
NOTE: uscito per falli F. Faraglia (R) nel quarto periodo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 3/8 + 3 rigori, Roma Nuoto 2/5 + 1 rigore; nel quarto periodo Oliva (T) ha parato un rigore a M. Vavic

Potrebbe interessarti anche
Rinviato il match del Foro Italico tra Roma Nuoto e Pallanuoto Trieste
Al Foro Italico si gioca il recupero, Trieste affronta la Roma Nuoto