A1 MASCHILE

Verso la stagione 2020/2021, primi ritocchi in casa Pallanuoto Trieste. Ai saluti Drasko Gogov, Elia Spadoni e Lorenzo Zadeu. "Grazie di tutto!"

Il d.s. Brazzatti: "Hanno dimostrato professionalità e dedizione. In bocca al lupo per il futuro". L'allenatore Bettini: "Alle volte le scelte tecniche non sono per nulla facili da prendere"

  • Verso la stagione 2020/2021, primi ritocchi in casa Pallanuoto Trieste. Ai saluti Drasko Gogov, Elia Spadoni e Lorenzo Zadeu. "Grazie di tutto!"
  • Verso la stagione 2020/2021, primi ritocchi in casa Pallanuoto Trieste. Ai saluti Drasko Gogov, Elia Spadoni e Lorenzo Zadeu. "Grazie di tutto!"
  • Verso la stagione 2020/2021, primi ritocchi in casa Pallanuoto Trieste. Ai saluti Drasko Gogov, Elia Spadoni e Lorenzo Zadeu. "Grazie di tutto!"

Con la chiusura anticipata della stagione 2019/2020, è tempo di scelte in casa Pallanuoto Trieste. La società alabardata si è già messa al lavoro in vista dell’annata 2020/2021, intanto con alcuni ritocchi per quanto riguarda la rosa della squadra di serie A1 maschile. Lo staff tecnico infatti ha deciso di non prolungare i contratti (in scadenza) di Drasko Gogov, Elia Spadoni e Lorenzo Zadeu.
Gogov, nativo di Belgrado, classe 1995, è arrivato alla Pallanuoto Trieste nell’estate del 2017 e si è subito imposto come uno degli attaccanti più prolifici della categoria: 44 gol nel 2017/2018 (più 4 pesantissime reti nei play-out), 45 nel 2018/2019 e 32 quest’anno. Prestazioni che gli hanno aperto le porte della nazionale maggiore. “Lo sport è così - racconta Gogov - a Trieste ho trascorso tre anni bellissimi, è stato un onore giocare per questa società. Ringrazio tutti, soprattutto i miei compagni di squadra. Resterò sempre un tifoso della Pallanuoto Trieste”.
Elia Spadoni, classe 1997, è stato tra i protagonisti in acqua della splendida cavalcata promozione del 2015, con 5 reti nei play-off. In quella rosa c’era anche Lorenzo Zadeu (1998), rientrato alla Pallanuoto Trieste proprio all’inizio di questa stagione dopo il prestito al Koper.
“Ci tengo a ringraziare Drasko, Elia e Lorenzo - afferma il d.s. Andrea Brazzatti - per tutto quello che hanno fatto in alabardato. Drasko ha grandi doti realizzative, è migliorato tantissimo fino a entrare nel giro della selezione più forte del mondo, la Serbia. Ha dimostrato professionalità e attaccamento ai nostri colori. Elia e Lorenzo sono due prodotti del vivaio della Pallanuoto Trieste, sono cresciuti con noi, si sono sempre allenati con passione e dedizione. Le nostre strade adesso si separano, un grosso in bocca al lupo per il loro futuro sportivo e personale”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’allenatore Daniele Bettini: “Non sempre le scelte tecniche sono facile da prendere, anzi. Per Drasko parlano i tantissimi gol segnati, che l’hanno portato fino in nazionale. Elia con la promozione in A1 ha scritto una pagina di storia della Pallanuoto Trieste, Lorenzo si è distinto per determinazione e tenacia”.

Potrebbe interessarti anche
Nemanja Vico confermato alla Pallanuoto Trieste. "Qui sto bene, piazza ideale dove giocare"
Il difensore Rocchi in uscita dalla Pallanuoto Trieste: "Qui mi sono trovato benissimo"